Come essere un buon cittadino della rete (Net.Citizen)

Liberamente tratto da RFC1855 (Request For Comments #1855)
Integrato con un glossario e gli emoticon - Marco Balestra
[ Indice ]

Perché devo leggere questa guida?

La netiquette è l'insieme delle regole che dettano i parametri di educazione e buon comportamento (etichetta) sulla Rete (Net), sia che si tratti di Internet, Fidonet o di Lan/Wan aziendali.

La conoscenza della netiquette è importante per almeno tre motivi:

  1. Seguire delle linee guida per comportamenti accettabili rende la rete un luogo più piacevole per tutti gli utenti.
  2. Se non sai come comportarti in modo "accettabile" l'ignoranza di queste norme non sarà comunque considerata una scusante.
  3. Diventeresti matto dopo esser stato tartassato dagli innumerevoli utenti che, esperti della rete, non sopportano le scorrettezze dei novellini (newbie).

Anche dagli utenti più esperti ci si aspetta la conoscenza di queste regole, e che le seguano.

Questo documento fornisce un insieme minimo di linee guida per la "Network Etiquette" (Netiquette), tanto per gli utenti quanto per gli amministratori.

Introduzione

In passato coloro che utilizzavano Internet erano tecnicamente ben ferrati su Internet stessa; oggi la comunità degli utenti di Internet include persone che sono completamente nuove a questo ambiente.

Questi "novizi" (newbies) di Internet ne ignorano non solo il lato tecnico ma anche le più elementari norme di comportamento: per questo è importante che le linee guida di comportamento siano raccolte ed organizzate per tutti.

Questa guida è organizzata in sezioni:

Indice

Comunicazioni uno-a-uno

Definiamo "comunicazione uno-a-uno" quell'insieme di situazioni in cui una persona dialoga con un'altra persona come se si trovassero faccia a faccia.

Le comuni regole di cortesia ed educazione valide per ogni situazione valgono anche qui, ma su Internet vanno accentuate: qui, ad esempio, il linguaggio del corpo ed il tono della voce non possono essere interpretati, e nulla è più facile di offendere qualcuno con quella che, a voce, sarebbe una battuta assolutamente innocente.

Email

Tieni sempre presente, ed accertati che gli utenti della tua rete lo abbiano ben chiaro, il concetto di proprietà dell’email: chi scrive una mail ne è responsabile.

A meno che non si utilizzino metodi di crittazione va tenuto presente che l'email non è sicura: non scrivere in una email niente più di quello che non scriveresti su una cartolina postale.

Email, Mainilng Lists e Newsgroup

Attieniti alle norme sul diritto di autore per il materiale che invii.

Se stai inoltrando (Forward) o reinviando un messaggio ricorda che un messaggio inoltrato non va modificato.
Se si tratta di un messaggio personale prima di inviarlo ad altri utenti (su mailing lists, gruppi di discussione o altra forma "pubblica" di diffusione) è necessario chiederne preventivamente il permesso all'autore.
È possibile abbreviare il messaggio o quotarne solo solo le parti rilevanti, ma senza stravolgerne il senso.

Non partecipare alle "Catene di Sant'Antonio".
Le catene di email sono rigorosamente vietate su Internet, e rischi di vederti revocato l'accesso o la mailbox per comportamento seccante (annoying).
Oltre alle consuete minacce di cattiva sorte, alle promesse di guadagno facile e alle storiellette carine (generalmente vecchie come il cucco), fanno parte della categoria anche le infinite richieste di presunti aiuti umanitari per malattie astruse, per virus fantasiosi e terribilissimi, per strane truffe tecnologiche in atto.
Sembrano venire sempre da fonti accreditate, ma sono riconoscibili perché a tutte si chiede, in genere, di «dare la massima diffusione».

Le catene “MMF” (Make Money Fast) sono molto diffuse, sui loro ridicoli messaggi troverai sempre scritto qualcosa del tipo “perfettamente legale”. Peccato che non sia vero.
Infatti quando paghi per un "servizio legittimo" la controparte DEVE rilasciarti un fattura/scontrino fiscale. Gli aderenti a queste catene non lo fanno, non hanno registri contabili, partita Iva etc, e l’evasione fiscale è un reato. Se anche fosse solo un gioco dovrebbero avere l’apposita autorizzazione dell’Intendenza di Finanza.
Segnala invece al responsabile (all’amministratore) se dovessi riceverne a tua volta: lui potrà provvedere a censurare l’utente e/o a segnalare il sistema compiacente per tagliarlo fuori dalla distribuzione della posta elettronica.

Email, Mainilng Lists e Newsgroup

Un’ottima regola di base: sii cauto in quello che spedisci, ma elastico per quello che ricevi. Non rispondere a messaggi in modo litigioso (ovvero: non prendere parte a flames) neppure se provocato.
Non stupirti se cercheranno di coinvolgerti in un flame, ma è comunque più prudente non rispondere.

Ricorda sempre che chi riceve l'email è una persona, non solo un indirizzo asettico.
È una persona la cui lingua, cultura, proprietà di linguaggio, età, formazione, humor ed abitudini potrebbero differire di parecchio dai tuoi.

Presta attenzione al formato della data ed alle unità di misura, e ricorda che scrivere in altre lingue porta spesso a fraintendimenti. Presta particolare attenziona ad evitare il sarcasmo, che ben si presta alle incomprensioni.

Presta attenzione al “case” (maiuscolo/minuscolo): SCRIVERE IN MAIUSCOLO EQUIVALE AD URLARE, e chiaramente urlare non è educato rivolgersi urnado ad altri.

Utilizza i simboli per rappresentare la _sottolineatura_, il *grassetto* ed il /corsivo/.
Ad es.: «Sembra giusto, ed *e'* giusto, non e` solo una /teoria/»
Evita le lettere accentate ed i caratteri non standard, che potrebbero essere visti diversamente su sistemi diversi; utilizza gli apostrofi: «è» diventa «e`» o «e'». Usa tutti gli accorgimenti visti per rendere al meglio il tono del testo che scrivi, ed eventualmente utilizza gli emoticon per chiarirne meglio i toni o sdrammatizzare: con un ";-)" possiamo comunicare l'intento ironico e scherzoso di una frase più efficacemente che con cento giri di parole.

Sii breve senza diventare telegrafico. Quando rispondi (reply) ad un messaggio includi il testo originale, ma solo per la parte a cui rispondi, rispondendo ad ogni paragrafo dopo averlo quotato.

Email, Mainilng Lists e Newsgroup

Le mail debbono avere un Subject che rifletta il contenuto del messaggio stesso.
Quando si risponde ad un messaggio questo subject sarà preceduto dai caratteri «Re: ».

Non sprecare byte: se hai una firma è bene che sia breve (entro le 4 righe), non attaccare biglietti da visita o documenti (ad esempio di Word o di Excel, e meno che mai PowerPoint) se puoi evitarlo.
Ricorda che molti utenti accedono da casa lentamente, e pagano il traffico.

Così come la mail non è privata, allo stesso modo le mail che ricevi (come i gruppi di discussione a cui accedi) potrebbero contenere messaggi o dati falsi o inaffidabili: pensaci bene prima di prendere sul serio il contenuto o il mittente di un messaggio.

I termini “ragionevoli” per condurre una conversazione variano ovviamente dal tipo di relazione che hai con il tuo interlocutore: le regole di una conversazione potrebbero non valere con un’altra persona o in un altro contesto.
Evita le espressioni dialettali.

Non spedire messaggi troppo grandi: le caselle postali hanno dei limiti assoluti e dei limiti per ogni singolo messaggio.

Il “mail-bombing” (saturare con grandi messaggi o con un gran numero di messaggi le mailbox) è un reato.
Comporta conseguenze che vanno dalla perdita totale di tutti i privilegi di accesso fino alla denuncia penale ed alla causa civile per danni.

[ Torna all'Indice ] Ulteriori informazioni su email e comunicazioni uno-a-uno: [1,23,25,27] nella Bibliografia

Comunicazioni uno-a-molti

Quando si partecipa ad una comunicazione “uno-a-molti” (come ad esempio nelle mailing lists e nei newsgroups) valgono comunque tutte le norme viste in precedenza per l'email, in misura ancora più ferrea vista la possibilità di offendere o arrecare danno ad un numero più grande di persone.

A queste se ne aggiungono altre che derivano proprio dal diverso tipo di comunicazione, e spesso questi gruppi di discussione hanno regole proprie, che posso essere sia in deroga che restrittive rispetto alle regole generali.

Quasi sempre hanno un topic (ovvero un argomento) dal quale è bene non discostarsi: ad esempio non andremo in it.hobby.giardinaggio a chiedere la ricetta del limoncello, visto che esiste it.hobby.cucina.
L'atto del discostarsi dal topic del gruppo viene detto OT (Off-Topic), ed è decisamente poco educato - oltre che molto spesso mal tollerato dagli altri utenti.

Tanto sui newsgroup quanto sulle mailing lists domandare è lecito, rispondere è cortesia.
Non porre domande prima di aver verificato che non siano state già poste o non si trovino già nelle FAQ dell’area, non sollecitare le risposte, non protestare se la risposta non è quella che avresti desiderato, ringrazia chi ti risponde e soprattutto ricorda: RTFM! ;o)

News & Liste

Tieni sempre presente quanto scritto per le email.

Una volta agganciato, leggi la mailing list o il newsgroup per diverse settimane prima di intervenire.
Questo ti permetterà di comprendere meglio lo spirito del gruppo ed il tenore della discussione, e ad evitare -conoscendoli- i troll (gli attaccabrighe) ed i lamer (i fanfaroni).

Evita il traffico inutile, che viene moltiplicato per il numero di utenti dell'area.
Limita il quote ma ricorda di quotare l'indispensabile per seguire il discorso.
Evita ogni attach o biglietto da visita, limita la firma ad un massimo di quattro righe e falla sempre precedere dal delimitatore di firma («-- », meno-meno-spazio seguito da Invio).

Per le liste ed i newsgroup moderati: non metterti a rimostrare con il moderatore per il comportamento degli utenti, e non discutere mai (tantomeno in pubblico) il comportamento del moderatore stesso.

Ricorda che i tuoi interventi (post) sono letti da molti utenti, attuali o a venire: questo potrebbe comprendere amici, colleghi e/o superiori attuali o futuri. Tutti i messaggi sono di norma rintracciabili, anche se l’indirizzo dovesse risultare alterato.

Newsgroup e liste sono spesso archiviati e ricercabili da Internet, anche per autore o testo contenuto nei messaggi: intervenendo in un’area pubblica lasci tracce indelebili che chiunque potrà scovare.

Ricorda che ogni persona parla per se stessa, e non per la ditta, società o dipartimento di cui fa parte se non diversamente specificato.

Non andare Off-Topic, e prima di porre una domanda controlla le FAQ (Frequently Asked Questions) dell’area e gli altri thread (alberi di discussione) del gruppo o lista.

I reply ad un messaggio devono riportare lo stesso subject preceduto da Re: .
Outlook ed Outlook Express in versione italiana non lo fanno (premettono "R: " per le reply e "I: " invece di "Fwd: " per i forward), per cui prima di utilizzare questi prodotti preoccupati che rispondano conformemente impostandoli per la lingua inglese.
Per le prove sui newsgroup esiste una apposita area di test (it.test).

Vanterie, spacconate e minacce non sono comportamenti ammissibili.
Ricorda anche che c'è sempre qualcuno molto più preparato (e magari molto più cattivo) di te.

Su alcune liste o gruppi gli annunci e le pubblicità sono tollerati, ammessi o incoraggiati, ma di norma sono da aborrire.

Il topic di gruppi e liste potrebbe offendere la tua sensibilità: cambia gruppo, non è obbligatorio che tu lo segua.
Quello che devi assolutamente evitare è di postare articoli provocatori opposti al topic: non metterti a dire che Windows fa schifo in it.comp.os.windows, o che un dio non esiste in it.cultura.cattolica (o il viceversa in it.cultura.ateismo): ti comporteresti a tua volta da troll, attirandoti le ire e le possibili vendette degli utenti dell'area meno tolleranti.

Evita i cross-post (xpost), ovvero il post di uno stesso messaggio su più gruppi contemporaneamente.
Qualora questo fosse necessario indica nel post il followup-to per il solo gruppo a cui inviare risposte.

Non contattare privatamente gli utenti del gruppo se non invitato.

[ Torna all'Indice ] Ulteriori informazioni su news e comunicazioni uno-a-molti: [9,13,15] nella Bibliografia

Servizi Informativi (ISP, www, ftp,...)

Servizi e Provider

Ricorda il motto Caveat Emptor (attento, tu che compri).

Ricorda anche che i servizi sono stati implementati da qualcuno, e che chi li implementa ne decide l'uso: l'informazione può essere gratuita, ma può anche non esserlo. Controlla bene.

Se hai problemi con un sito o una form (un modulo) tenta prima di capire se il problema è tuo (locale): controlla la configurazione, riavvia, verifica la connessione, cambia browser ecc. Non dare per scontato che la colpa sia del provider o del servizio di informazione, la maggior parte delle volte non è così.

Sebbene tu possa essere abituato a determinate convenzioni nome/estensione, queste non sono vere asssoluto: non è affatto detto che “.doc”" indichi un documento di Microsoft Word, ad esempio.

Ricorda che non è assolutamente detto che i documenti ed i file che trovi siano affidabili e/o aggiornati.

Generalmente i nomi di file su internet sono case sensitive: attento a cosa è maiuscolo e cosa è minuscolo. Il separatore dei cammini su Internet è lo slash “/”, e non il backslash “\” di WinDOS.

Attento a non fornire dati sensibili, e a dispensare con facilità il tuo indirizzo di email: rischi di trovarti la mailbox intasata di pubblicità (spam).

Attento ai programmi che prelevi, non eseguirli indiscriminatamente se non sei certo che siano per il tuo computer e per la tua versione di Sistema Operativo, e comunque non eseguire mai alcun programma (e non aprire file di Word o Excel o altro attach) senza averli preventivamente controllati con un AntiVirus aggiornato.

Quando per qualunque motivo chiedi aiuto a qualcuno accertati di fornire una descrizione quantomai dettagliata del problema e della situazione: la domanda “Non mi funziona, che faccio?” non potrà che rimanere senza risposta.

[ Torna all'Indice ] Ulteriori informazioni su tutti i servizi: [14,28] nella Bibliografia

Glossario

Tre fattori combinati (il risparmio di byte, il maggior impegno richiesto nella comunicazione scritta e l’uso dell’iglese) hanno portato ad uno slang particolare ed ormai sovranazionale, che popola i messaggi sulle reti.

Questo slang fa ampio uso di acronimi (che nel glossario a seguire sono indicati con “[Acr.]”) e della lingua inglese -ormai divenuta l'esperanto di Internet- con le sue onomatopee (indicate con “[Onom.]”, per comprenderle spesso è necessario pronunciarle in inglese o fare lo spelling delle lettere in maiuscolo). Ma anche in lingua italiana gli acronimi si sono diffusi, sebbene meno usati da chi intrattiene conversazioni internazionali.

Ricordiamo che l’uso del carattere maiuscolo può indicare due cose: sia l’urlare che le sigle (gli acronimi); sarà il contesto a suggerirci di quale caso si tratta.

2 [Onom.] Va letto “to”, e spesso indica una qualche destinazione. Ad es. tell2me indica dillo a me
4 [Onom.] Va letto for o four. Ad es. i Services for Macintosh di WindowsNT sono spesso indicati con S4M, 4U indica for You, W4W indica tanto Word for Windows quanto Windows for Workgroup
@ Pronuncia: at. Il carattere arrot (italianizzato in chiocciola o chioccioletta) fa parte di ogni indirizzo di email, ed è diventato quasi l'icona di Internet.
AFAIK [Acr.] As Far As I Know: per quanto ne so
AFAIR [Acr.] As Far As I Remember: per quanto mi ricordi
AKA [Acr.] Also Known As: altrimenti noto come, si usa per elencare una serie di alias o nick
AIUI [Acr.] As I Understand It: da quel che ho capito
Ann: Quando il subject di un messaggio su un newsgroup o una lista è preceduto da Ann: sta ad indicare che si tratta di un Annuncio (Announce) di carattere commerciale e/o divulgativo
annoying Si dice di comportamento ritenuto seccante o decisamente seccante. Quasi ogni gruppo o servizio moderato comporta la sospensione o la perdita dei privilegi per comportamento annoying
ASAP [Acr.] As Soon As Possible: ogni volta che sia possibile.
AYFQ [Acr.] Ask Your Fucked Question: Fammi questa fottuta domanda (basta tergiversare)
B4 [Onom.] Before: prima
BAK [Acr.] Back At Keyboard: di nuovo alla tastiera
bannare Italianizzazione di to ban, ovvero bandire. Ad esempio in un newsgroup gli utenti bannati (o aggiunti alla banlist o al killfile) saranno ignorati dall'utente che li ha bannati, che non vedrà più i loro messaggi. Si tratta di una pratica abbastanza comune nei confronti di spammer, troll e lamer
BBIAF [Acr.] Be Back In A Few (minutes): ritorno tra poco (pochi minuti)
BBL [Acr.] Be Back Later: torno più tardi
BCC [Acr.] Blind Carbon Copy: indica i destinatari di una copia conforme (CC) del messaggio che si spedisce, ma il cui nome ed indirizzo di email non saranno visibili a nessuno dei destinatari del messaggio
BCNU [Acr.]+[Onom.] Be Seeing You: ci vediamo
<beg> [Acr.] Big Evil Grin: lett. grosso ghigno malefico
BFN [Acr.] Bye For Now: (commiato) questo è tutto, ciao per ora
BOFH [Acr.] Bastard Operator From Hell: si dice (scherzosamente o, meglio, a sua insaputa) di un operatore o amministratore di sistema privo di tolleranza nei confronti degli iusers
bogus Non funzionale, inutile, falso, ridondante, offensivo dell'intelletto, il suo unico fine è aumentare l'entropia dell'universo... "bogus" è tutte queste cose insieme. Derivati da bogus troviamo bogosity (o bogosità), bogo-meter (o bogometro), bogon-filter
BRB [Acr.] Be Right Back: torno subito
BTW [Acr.] By The Way: comunque, tuttavia
CC [Acr.] Carbon Copy: copia conforme, indica a chi il messaggio che si sta inviando verrà recapitato oltre agli indirizzi presenti nel "To:". È la resa informatica della formula di intestazione epistolare "e, p/c:"
cgi [Acr.] Common Gateway Interface: programma (generalmente scritto in Perl o in C) che interrogato dal Web su un server risponde con una pagina HTML
CUl8er [Onom.] See You Later: (commiato) arrivederci, a risentirci
cracker Chi si dedica alla violazione delle sicurezze e del codice, al fine di sproteggere (craccare) il software stesso per modificarlo o semplicemente rubarlo, o di bypassare le protezioni delle reti e dei siti
EMP [Acr.] Extremely Miserable Person: persona estremamente miserabile
F2F [Acr.]+[Onom.] Face to Face: faccia a faccia, di persona
fake Si tratta di un alias per cui, a differenza del nick, il vero nome e/o l'identità del proprietario non sono noti; viene usato per nascondersi agli altri utenti: "dietro quel fake si nasconde ..."
FAQ [Acr.] Frequently Asked Questions: risposte a domande frequenti; quasi ogni area (ma anche quasi ogni sito o rete) ha le sue FAQ, e prima di porre domande la netiquette impone di consultare le FAQ per cercare se la domanda che si vuole porre ha già ricevuto risposta. Ignorare le FAQ e porre domande che le FAQ già riportano è ritenuto un comportamento altamente seccante (annoying)
flame lett.: fiamma: indica una discussiona accesa (o molto accesa) che è decisamente degenerata in lite. Prendervi parte (cosa da evitare) è italianizzato in flamare
FOAD [Acr.] Fuck Off And Die: fottiti e crepa
FOCL [Acr.] Falling Off the Chair Laughing: sto cadendo dalla sedia per le risate
foo Il termine inglese foo è letteralmente un'espressione che indica disgusto, ribrezzo, nessun senso. Viene usato nel gergo informatico inglese al posto dell'italiano pippo per indicare variabili, procedure o programmi inutili o di prova. L'origine del termine si perde nei tempi, e pare risalire alla seconda guerra mondiale.
FTP [Acr.] File Tranfer Protocol: protocollo utilizzato per trasferire file su Internet o su reti TCP/IP in genere, richiede un client FTP
FUD [Acr.] Fear, Uncertainty, Doubt: (provo) paura, incertezza, dubbio
FWIW [Acr.] For What It's Worth: per quel che vale
FYA [Acr.] For Your Amusement: per tuo diletto
FYE [Acr.] For Your Entertainment: per tuo divertimento
FYI [Acr.] For Your Information: perché tu lo sappia. A seconda del contesto può facilmente assumere un significato polemico, da sdrammatizzare eventualmente con gli emoticon
Fwd [Onom.] Forward: l'azione di forwardare un messaggio ne comporta l'inoltro ad altri utenti o gruppi di discussione. Un messaggio forwardato avrà tipicamente un subject che inizia con "Fwd: " (non è assolutamente standard l'"I: " di Outlook ed Outlook Express in versione Italiana). Nel corpo di un messaggio il termine forward viene anche scritto onomatopeicamente 4ward o 4ard
HHOJ [Acr.] Ha Ha Only Joking: Ah ah, sto solo scherzando!
HHOK [Acr.] Ha Ha Only Kidding: Ah ah, mi sto solo divertendo!
geek, geekcode lett.: geco. Il codice geco permette di tracciare il profilo e gli interessi di una persona con una manciata di caratteri, e viene spesso utilizzato come signature dell'email. Per interpretarlo: www.geekcode.com.
grin lett.: ghigno. Puòanche essere trovato nelle forme <G>, <grin> o [grin]
hacker Si dice di uno smanettone, una persona in grado di muoversi agevolmente nel software. Da non confondere con il cracker.
HTH [Acr.] Hope This Helps: (spesso è una foma di commiato) spero che questo ti sia di aiuto; in genere chiude le risposte a richieste di aiuto
HTML [Acr.] HyperText Markup Language: lett.: linguaggio ipertestuale a marcatori, è il linguaggio descrittivo delle pagine Web. Attualmente è alla versione 4, ed è definito dal W3C (WorldWide Web Consortium)
IAE [Acr.] In Any Event: in tutti i casi
IMO, IMHO [Acr.] In My [Humble] Opinion: secondo me, a mio [modesto] parere.
Questa formula indica che quanto si sta esponendo è frutto di una opinione, e non si tratta di una cosa assolutamente certa
IMNSHO [Acr.] In My Not So Humble Opinion: secondo il mio non così modesto parere
IIRC [Acr.] If I Remember Correctly: se ricordo bene
inet nickname (nomignolo) per Internet
IOW [Acr.] In Other Words: in altre parole
IRC [Acr.] Internet Realy Chat: aree di chiacchiere ("chat") in diretta tra gli utenti, suddivise in "canali" il cui nome inizia con un "#" (ad esempio "#italia"). Andare su irc viene italianizzato in ircare
IRL [Acr.] In Real Life: nella vita reale, nella vita di tutti i giorni
ISP [Acr.] Internet Service Provider: fornitore di servizi su Internet (compreso l'accesso alla Rete)
IT [Acr.] In Topic: inerente all'argomento (spesso riferendosi al topic dell'area di discussione)
iusers Italianizzazione del termine inglese users, è una forma dispregiativa (così come utonti) che indica quella schiera di persone che, pur essendo utenti di strumenti informatici, più che non conoscerli attuano nei confronti degli strumenti stessi una cieca chiusura mentale
IYO, IYHO [Acr.] In Your [Humble] Opinion: secondo la tua opinione; in genere una osservazione di questo tipo serve a ricordare all'interlocutore che quello che sta esponendo è solamente una sua opinione, e che non è assolutamente detto che coincida con le verità. Se non vuole essere apertamente polemico è bene chiarirlo facendo uso degli emoticon
JAM [Acr.] Just A Minute: un minuto solamente
[k] [Acr.] krack: software per rimuovere la protezione di programmi commerciali (vedi warez)
Kibo Non ci sono parole per descrivere Kibo... Per chi conosce l'inglese sono disponibili il sito (www.kibo.com) ed il newsgroup (alt.religion.kibology). In entrambi i casi sono richieste dosi massicce di sense of humor e apertura mentale.
lamer Anche italianizzato in lamerone: fanfarone, spaccone, novellino che vanta competenze che non possiede. Mai dire ad un lamerone che è un lamer: da bravo fanfarone si inalbererà e minaccerà ritorsioni di proprorzioni bibliche
LAN [Acr.] Local Area Network: indica una rete locale (ad esempio aziendale)
LBNL [Acr.] Last But Not Least: ultimo per ordine di esposizione, ma non ultimo per importanza
LOL [Acr.] Laughing Out Loud: rido sonoramente!
lurker I lurkers costituiscono in genere la maggioranza silenziona dei newsgroup: non scrivono mai o molto di rado, ma leggono tutto quel che passa. Derivazioni italianizzate del termine sono lurkare e lurkaggio
M$ Indica la Microsoft, riferendosi esplicitamente alla consolidata attitudine a spremere soldi che questa casa ha sempre dimostrato. Quasi mai Bill Gates viene indicato con il suo nome, si parla piuttosto del Sor Cancelli o di Guglielmino Cancelli (o Guglielmino Porte); solo i fan della Microsoft (rari tra le persone tecnicamente preparate, e riconoscibili perchè indicano la Microsoft con "MS") usano Zio Bill
msg [Onom.] message: abbreviato a volte anche con mex, indica un messaggio (su un ng o in email)
newbie Novizio, piedidolci: utente poco esperto delle regole. Ma attenzione: l'inesperienza non è mai una scusante.
newsgroup ([Acr.]: ng o NG) Area di discussione su Internet, può essere aperta o moderata (nel qual caso il nome comprende "moderated" o "moderato"). La gerarchia dei nomi delle aree di discussione va letta da sinistra a destra, ad esempio "it.comp.lang.javascript" indica che si tratta di un gruppo italiano (it), che parla di computer (comp), tra i computer parla di linguaggi (lang) e tra i linguaggi si riferisce a JavaScript (javascript)
nick o nickname: soprannome, alias, nomignolo, pseudonimo
NNTP [Acr.] Network News Transef Protocol: si tratta del protocollo utilizzato dai client News per accedere ai newsgroup, inviando e ricevendo messaggi
NMPFDM [Acr.] Non Me Ne Potrebbe Fregare Di Meno: il significato è ovvio ma tutt'altro che cortese, meglio evitarlo al di fuori dei flames (che sono anche loro da evitare)
OLR [Acr.] OffLine Reader: programma client di email e/o di News, che permette di collegarsi, prelevare la posta inviando la propria, scollegarsi e leggere con tutto scomodo disconnessi da internet (OffLine)
OOO [Acr.] Out Of Order: fuori servizio, fuori uso, inutilizzabile
OP [Acr.] Off Policy: al di fuori delle regole (policy) dell'area. Comportamento altamente seccante (very annoying), comporta in genere sanzioni dal moderatore dell'area
OT [Acr.] Off Topic: fuori argomento. Uscire dall'argomento (topic) di un'area di discussione è considerato un comportamento annoying. Andare OT è anche italianizzato in PFDV (Pisciare Fuori Dal Vaso)
OTOH [Acr.] On The Other Hand: d'altra parte, dall'altro lato
PFDV [Acr.] Pisciare Fuori Dal Vaso: vedi OT
POP3 [Acr.] Post Office Protocol release 3: protocollo utilizzato dai client di email per connettersi ai server e scaricare il contenuto della propria mailbox
quote Il quote (termine inglese) indica il testo del messaggio originale che viene riportato (quotato) nella risposta. In genere il testo quotato va preceduto dal simbolo ">" (un testo quotato due volte sarà preceduto da ">>", e così via). L'azione di riportare il quote è detta quotare. Il quote è necessario per capire a cosa si sta rispondendo... ma non bisogna mai eccedere con il quote, ed è bene quotare il singolo passo a cui si risponde prima della risposta stessa
RFC [Acr.] Request For Comments: è l'insieme dei documenti che descrivono i protocolli, gli standard e le funzionalità della rete Internet. Sono numerati: ad esempio l'RFC822 tratta il protocollo POP3, e l'RFC1855 tratta la netiquette
ROFL, ROTFL [Acr.] Rolling On [The] Floor Laughing: mi sto rotolando sul pavimento dalle risate! In genere si accompagna a degli emoticon per sottolineare la cosa. Italianizzato si trova spesso come ROFLone! o ROFLissimo!
RTFM [Acr.] Read The Fucking Manual: lett.: leggiti il fottuto manuale  Tipica risposta spazientita (o ironica) al newbie che chiede in un newsgroup informazioni che sono scritte sul manuale del programma - e che, evidentemente, lui non ha letto trovando più comodo avvalersi del tempo e della pazienza altrui
signature La signature è la firma di un messaggio, ovvero quelle righe che il programma di posta elettronica aggiunge automaticamente in fondo ad ogni messaggio che viene inviato.
SMTP [Acr.] Simple Mail Transfer Protocol: protocollo standard per l'invio della posta elettronica su Internet
spam Il verbo inglese to spam indica lo spalmare/spandere i propri messaggi per email e/o sui newsgroup. Chi attua questa pratica viene detto spammer, e non è praticamente mai gradito (spesso viene bannato o espulso dalle liste o dai newsgroup moderati). Lo spam ripetuto in email può portare a provvedimenti presso l'authority relativa (ulteriori informazioni sul newsgroup it.news.net-abuse)
THX, TNX, 10x [Onom.] Thanks: grazie
TIA [Acr.] Thanks In Advance: ti ringrazio anticipatamente
TLA [Acr.] Three Letter Achronims: acronimi di tre lettere, ovvero quelli riportati in questo glossario. Spesso superano le tre lettere, ma questo è il loro nome "storico". Le sue origini risalgono alla sigla della IBM (Industrial Business Machines), sigla che viene perlopiù tradotta in Inferior But Marketable, It's Better Manually, Insidious Black Magic, It's Been Malfunctioning, Incontinent Bowel Movement ed un'altra infinità di varianti
topic lett.: Argomento: il topic di una mailing list e/o di un newsgroup indica il tema intorno a cui si debbono dipanare i messaggi. Andare OT (Off Topic) è un comportamento da evitare assolutamente: comporta sanzioni nel caso di gruppi moderati o reazioni nei gruppi non moderati
troll Attaccabrighe, utente che accede alle liste di discussione solo per fomentare disordini. Meglio evitarlo senza rispondere, e soprattutto stare attenti a non comportarsi in questo modo: "Don't feed the trolls!"
TTYL [Acr.] Talk To You Later: (commiato) ci risentiamo più tardi
TTYS [Acr.] Talk To You Soon: (commiato) a risentirci al più presto
TVM [Acr.] Thanks Very Much: ti ringrazio tantissimo
twitare Italianizzazione di to twit, ridurre al silenzio: ignorare/filtrare degli utenti, senza leggerli più (per l'email equivale a bannare)
VR [Acr.] Virtual Reality: realtà virtuale
x [Onom.] va pronunciato. Nei messaggi in inglese viene letto come cross, trans, cs (ad es. xfer e altri esempi a seguire), mentre nei messaggi in italiano va letto per: xche' = perché, xo' = però e così via.
xfer [Onom.] Transfer: trasferire, spostare (si dice di file)
XMas [Onom.] Christmas: giorno di Natale
xpost [Onom.] Cross-post: inviare (postare) lo stesso messaggio su più gruppi (incrociato). Non è generalmente un comportamento educato.
YATTD [Acr.] Yet Another Thing To Do: ancora un'altra cosa da fare
WAN [Acr.] Waste Area Network: indica una rete geografica private (tipicamente aziendale) composta da più LAN unite tra loro
warez Il termine inglese wares indica generalmente la merce, e da questo derivano software e hardware. La lettera z rappresenta una sorta di manomissione di questa merce, e warez è passato ad indicare per antonomasia tanto il software sprotetto (crackato) quanto i siti che lo ospitano ed i personaggi che lo crackano
windoze È una combinazione di Windows e doze (sonnecchiare), indica Windows riferendosi sarcasticamente ai suoi momenti di impasse. Altri nick di Windows sono Winbug, Windos e la wincosa.
WWW [Acr.] WorldWide Web: lett. "tela che si estende su tutto il mondo", indica l'insieme dei siti Internet accessibili con un browser come Internet Explorer o Netscape Navigator
z La sostituzione dell'ultima lettera di una parola con la z ha assunto su Internet un significato simbolico (vedi warez), ed indica la manomissione o sprotezione (crack) del concetto. Quindi ci troviamo di fronte a Serialz (numeri di serie piratati), Toolz (strumenti per sproteggere) e così via fino a comprendere tutta la pirateria informatica nel pantheon del warez
zappare Italianizzazione di to zap (resettare, annullare, cancellare)
zippare Italianizzazione di to zip, comprimere dei dati utilizzando un programma di zip o (più in generale) comprimere dei dati. Analogo il significaro di rarrare, che si riferisce all'uso della compressione rar
zottare Italianizzazione di to zot (resettare, annullare, cancellare, eliminare)

[ Torna all'Indice ]

Emoticon

Scrivendo è ben difficile infondere al discorso il tono che si intende assumere, far capire se siamo contenti, se stiamo scherzando, se siamo tristi, interdetti o altro.

Per rimediare a questa carenza, fonte della maggior parte dei fraintendimenti, ci vengono in aiuto gli emoticon.
Gli emoticon sono delle faccine (degli smiles) stilizzati e generalmente ruotati di 90°, che esprimono in pochi caratteri tutto il tono di una frase. Per essere visti correttamente gli emoticon (al pari di tutta la messaggistica Internet) dovrebbero essere in un messaggio visualizzato con una font monospaziata, tipicamente Courier o Courier New.

Non ci sono delle vere regole o elenchi di emoticon, sono piuttosto affidati alla fantasia ed all’inventiva dell'utente. Quelle che segue sono delle linee guida per gli emoticon più utilizzati.

:-) Sono contento, sorrido
:) Come sopra, variante (senza naso)
:-)))) Sono molto contento (la bocca iterata rende il tanto)
:-D Rido a bocca aperta, me la rido
:-DDDD Mi rotolo dalle risate
;-) Scherzo (strizzo l'occhio), è solo una battuta
;^D Scherzo (naso da Pinocchio), e la cosa mi diverte
:-P Ooops! Resto con la punta della lingua di fuori, a mo' di fumetto giapponese: ho fatto una gaffe
:#P Divento rosso, sono imbarazzatissimo.
:-( Ci sono rimasto male
>:-( Sono decisamente risentito
<:-) Si, lo so che è una domanda stupida...
>:-((( Ci sono rimasto malissimo
:-\ Sono rimasto interdetto
:-/ Come sopra, variante
:-| Gulp! Sono allibito
%-) Sono decisamente confuso...
:-O Mi sto annoiando, sbadiglio
O:-) Io non sono stato, sono innocente (non vedi l'aureola?)
O;-) È ovvio che non sia stato io, no?
:o) Sono placido e beato
;*) Ok, sono un buffone (come dimostra il naso da clown)
:8) Sono proprio un porco...
:-)= Tié, così impari (lingua di fuori)
*=:-) È tutta una festa, abbiamo anche il cappelletto
{:-( Sono allibito e deluso, non me lo aspettavo
B-( Sono esterefatto
:-o Davvero? Sono stupito...
8-) Rido a occhi spalancati (o: rido, ed ho gli occhiali)
:'-) Sono commosso, mi scappa la lacrimuccia
:~( Piango copiosamente...
:-9 Mi lecco le labbra, pregusto la cosa
:-() Baci
:-X Censura. Meglio che non dica nulla...
:-W Psst... Sto sparlando di qualcuno.
:-@ Urlando a squarciagola
:-? Non capisco...
(-: Ebbene si, sono mancino.
:-7 Gulp! Qui qualcosa non funziona...
:-! Sono allarmato
$-) Sto guadagnando bene, penso solo a quello
^___^ Sorrisone (da leggersi orizzontalmente)
lol Alzo le mani, mi arrendo (da leggersi orizzontalmente)

[ Torna all'Indice ]

Bibliografia

[0] RFC 1855, by Sally Hambridge (Intel Corporation), EMail: sallyh@ludwig.sc.intel.com
[1] Angell, D., and B. Heslop, "The Elements of E-mail Style", New York: Addison-Wesley, 1994.
[2] "Answers to Frequently Asked Questions about Usenet" Original author: jerry@eagle.UUCP (Jerry Schwarz) Maintained by: netannounce@deshaw.com (Mark Moraes) Archive-name: usenet-faq/part1
[3] Cerf, V., "Guidelines for Conduct on and Use of Internet", at: http://www.isoc.org/proceedings/conduct/cerf-Aug-draft.html.
[4] Dern, D., "The Internet Guide for New Users", New York: McGraw-Hill, 1994.
[5] "Emily Postnews Answers Your Questions on Netiquette" Original author: brad@looking.on.ca (Brad Templeton) Maintained by: netannounce@deshaw.com (Mark Moraes) Archive-name: emily-postnews/part1
In italiano: http://www.aspide.it/netiquette
[6] Gaffin, A., "Everybody's Guide to the Internet", Cambridge, Mass., MIT Press, 1994.
[7] "Guidelines for Responsible Use of the Internet" from the US house of Representatives gopher, at: gopher://gopher.house.gov:70/OF-1%3a208%3aInternet %20Etiquette
[8] "How to find the right place to post (FAQ)" by buglady@bronze.lcs.mit.edu (Aliza R. Panitz) Archive-name: finding-groups/general
[9] Hambridge, S., and J. Sedayao, "Horses and Barn Doors: Evolution of Corporate Guidelines for Internet Usage", LISA VII, Usenix, November 1-5, 1993, pp. 9-16. ftp://ftp.intel.com/pub/papers/horses.ps or horses.ascii
[10] Heslop, B., and D. Angell, "The Instant Internet guide: Hands-on Global Networking", Reading, Mass., Addison-Wesley, 1994.
[11] Horwitz, S., "Internet Etiquette Tips", ftp://ftp.temple.edu/pub/info/help-net/netiquette.infohn
[12] Internet Activities Board, "Ethics and the Internet", RFC 1087, IAB, January 1989. ftp://ds.internic.net/rfc/rfc1087.txt
[13] Kehoe, B., "Zen and the Art of the Internet: A Beginner's Guide", Netiquette information is spread through the chapters of this work. 3rd ed. Englewood Cliffs, NJ., Prentice-Hall,1994.
[14] Kochmer, J., "Internet Passport: NorthWestNet's Guide to our World Online", 4th ed. Bellevue, Wash., NorthWestNet, Northwest Academic Computing Consortium, 1993.
[15] Krol, Ed, "The Whole Internet: User's Guide and Catalog", Sebastopol, CA, O'Reilly & Associates, 1992.
[16] Lane, E. and C. Summerhill, "Internet Primer for Information Professionals: a basic guide to Internet networking technology", Westport, CT, Meckler, 1993.
[17] LaQuey, T., and J. Ryer, "The Internet Companion", Chapter 3 "Communicating with People", pp 41-74. Reading, MA, Addison-Wesley, 1993.
[18] Mandel, T., "Surfing the Wild Internet", SRI International Business Intelligence Program, Scan No. 2109. March, 1993. gopher://gopher.well.sf.ca.us:70/00/Communications/surf-wild.
[19] Martin, J., "There's Gold in them thar Networks! or Searching for Treasure in all the Wrong Places", FYI 10, RFC 1402, January 1993. ftp://ds.internic.net/rfc/rfc1402.txt
[20] Pioch, N., "A Short IRC Primer", Text conversion by Owe Rasmussen. Edition 1.1b, February 28, 1993. http://www.kei.com/irc/IRCprimer1.1.txt
[21] Polly, J., "Surfing the Internet: an Introduction", Version 2.0.3. Revised May 15, 1993. gopher://nysernet.org:70/00/ftp%20archives/pub/resources/guides/surfing.2.0.3.txt ftp://ftp.nysernet.org/pub/resources/guides/surfing.2.0.3.txt
[22] "A Primer on How to Work With the Usenet Community" Original author: chuq@apple.com (Chuq Von Rospach) Maintained by: netannounce@deshaw.com (Mark Moraes) Archive-name: usenet-primer/part1
[23] Rinaldi, A., "The Net: User Guidelines and Netiquette", September 3, 1992. http://www.fau.edu/rinaldi/net/index.htm
[24] "Rules for posting to Usenet" Original author: spaf@cs.purdue.edu (Gene Spafford) Maintained by: netannounce@deshaw.com (Mark Moraes) Archive-name: posting-rules/part1
[25] Shea, V., "Netiquette", San Francisco: Albion Books, 1994?.
[26] Strangelove, M., with A. Bosley, "How to Advertise on the Internet", ISSN 1201-0758.
[27] Tenant, R., "Internet Basics", ERIC Clearinghouse of Information Resources, EDO-IR-92-7. September, 1992. gopher://nic.merit.edu:7043/00/introducing.the.internet/internet.basics.eric-digest gopher://vega.lib.ncsu.edu:70/00/library/reference/guides/tennet
[28] Wiggins, R., "The Internet for everyone: a guide for users and providers", New York, McGraw-Hill, 1995.

[ Torna all'Indice ]   [ Torna in cima ]