Come si cambia il nome utente breve e quello della cartella inizio?

Con Mac OS X 10.5.x (Leopard)

Con Leopard la procedura è stata molto semplificata; non sfrutta più il database netinfo come nelle precedenti versioni di OSX, ma dei file xml che dovrebbero gestire molto meglio il tutto. In questi pochi passaggi possiamo attuare la modifica, sarà sufficiente andare in “Preferenze di Sistema”/“Account” (abilitare eventualmente le modifiche), click destro sull’utente che si desidera modificare, quindi scegliere “Opzioni Avanzate…”

Si accede così al pannello di modifica del nome della propria home, e anche a molte altre opzioni.

È sufficiente a questo punto cambiare il nome, ed il path per la cartella Inizio.

Procedure possibili per Mac OS X 10.4.x e precedenti

  • Su macupdate.com si trova ChangeShortName, una utility che fa esattamente questo lavoro.

La procedura raccomandata da Apple è quella di aggirare il problema creando un nuovo utente e trasferendo poi a questo la cartella “Inizio” del vecchio utente. Le istruzioni si trovano in support.apple.com/kb/HT1428.

Per i più smaliziati, la soluzione diretta è quella di modificare il database di NetInfo, in cui sono contenuti, tra le altre cose, i dati degli utenti del sistema. Lo si può fare utilizzando gli script per la shell che si possono trovare sul sito Mac OS X Power Tools.
Gli amanti del fai-da-te possono invece seguire le istruzioni riportate qui sotto, in cui si immagina di voler cambiare il vecchio nome utente “vecchioutente”, col nuovo “nuovoutente”.

Prima di tutto bisogna entrare nel sistema come root (Faq 131) o come utente amministratore (purché non sia l'utente di cui vogliamo cambiare il nome breve, che non deve essere loggato durante l'esecuzione della modifica).

Una volta entrati, lanciamo l’applicazione Gestione NetInfo (NetInfo Manager) che si trova all'interno della cartella “/Applicazioni/Utility”, e sblocchiamo la possibilità di apportare modifiche, cliccando sul lucchetto che appare in basso a sinistra nella finestra del programma, accanto alla scritta “Modifiche disabilitate”.

  • Nella parte alta della finestra troviamo un browser che ci permette di navigare le directory del database di NetInfo, in maniera analoga alla vista per colonne delle finestre del Finder. Utilizzando questo browser raggiungiamo innanzitutto la directory “/users/vecchioutente” (N.B. si sta parlando della directory del database di NetInfo, NON della cartella “/Utenti/vecchioutente”); selezioniamola e nel pannello sottostante appariranno tutti i valori che si trovano sotto questa directory.
  • Quelli che andremo a cambiare sono solo «name» e «home», lasciando tutti gli altri inalterati. Nel primo è definito il nome breve dell’utente, nel secondo il percorso della sua cartella “Inizio”.
  • Doppio-clicchiamo su “vecchioutente”, nella riga di «name» e modifichiamo il valore in “nuovoutente”.
  • Quindi doppio-clicchiamo su “/Users/vecchioutente” nella riga di «home» e lo modifichiamo in “/Users/nuovoutente” (è opportuno premere il Tab una volta apportata la modifica, per essere certi che il valore venga immesso).
  • A questo punto possiamo uscire dalla directory, cliccando su una qualsiasi altra directory che appare in alto nel browser
  • Gestione NetInfo ci chiederà nell’ordine se vogliamo salvare le modifiche apportate e aggiornare la configurazione attiva, e risponderemo “Sì” ad entrambe le domande.

Nel caso in cui il vecchio utente “vecchioutente” fosse uno degli utenti amministratori del sistema: dobbiamo raggiungere, sempre da “Gestione NetInfo”, la directory “/groups/admin”, cliccare sulla freccetta che appare accanto a «users» nel pannello in basso e modificare “vecchioutente” in “nuovoutente” in maniera analoga a quanto fatto in precedenza, salvando e aggiornando alla fine.

Per chi sta usando una versione di OS X fino alla 10.2.x (Jaguar): le operazioni da eseguire con “Gestione NetInfo” finiscono qui.

Chi invece sta usando la versione 10.3 o superiore (Panther): volendo si potrà modificare anche il nome del gruppo di appartenenza dell’utente, che è sempre “vecchioutente” (con l’eccezione del caso in cui l’utente fosse stato ereditato da una precedente installazione di una versione del sistema più vecchia, nel qual caso il gruppo di appartenenza sarà “staff”); si seleziona la directory “/groups/vecchioutente” e si modifica il valore di «name» nel pannello sottostante, da “vecchioutente” a “nuovoutente”.

Terminare l’operazione: non resta che modificare in “nuovoutente” il nome della cartella “vecchioutente” sotto “/Utenti”.
Chi è entrato nel sistema come root potrà farlo normalmente dal Finder.
Gli utenti amministratori dovranno lanciare il “Terminale” (da “/Applicazioni/Utility”) e dare il comando:

$ sudo mv /Users/vecchioutente /Users/nuovoutente

Fine. Uscire dal sistema, e rientrare con l’utente appena modificato.

Passaggi opzionali.

  • Chi ha attivato la condivisione Web dovrà cambiare il nome del file “vecchioutente.conf” (all’interno di “/private/etc/httpd/users/”) in “nuovoutente.conf”.
    All’interno dello stesso file bisognerà modificasre “/Users/vecchioutente/Sites/” in “/Users/nuovoutente/Sites/”.
  • Chi ha creato un crontab personale dovrà cambiare il nome del file “vecchioutente” (all’interno di “/private/var/cron/tabs/”) in “nuovoutente”.

[ Home | Elenco delle FAQ | Risorse | Feed RSS ]