Come posso fare in modo che Mac OS X legga anche il file /etc/hosts ?
  • Questa Faq è diretta ad utenti pratici dell'uso di unix da console.

Con OS X Tiger (10.4) o successivo:

A partire da Tiger il file /etc/hosts viene consultato di default.
Dopo averlo modificato sarà sufficiente riavviare il lookup demon con il comando da terminale:

$ killall -HUP lookupd.


Con OS X Panther (10.3) o precedente:

Mac OS X fino al 10.3 (Panther) quando usa NetInfo per la risoluzione dei nomi (ed è la situazione normale, di default) ignora le entry di /etc/hosts

Per fare in modo che Mac OS X controlli /etc/hosts prima di un lookup DNS è possibile aggiungere l'agent che controlla in /etc/hosts alle preferenze di lookupd, e dargli priorità. Per farlo:

  • aprire il Terminal
  • Digitare "su -" e dare la password di root (oppure digitare "sudo sh" e dare la propria password)
  • Digitare in sequenza:
    • mkdir /etc/lookupd
    • cd /etc/lookupd
    • echo LookupOrder FFAgent CacheAgent DNSAgent NIAgent DSAgent > hosts
      (FFAgent è l'agent che controlla in /etc/hosts)
    • Infine scegliere tra queste azioni:
      • Con OS X precedente al 10.2 (funziona anche con 10.2, ma è inutilmente complesso):
        ps wwwax | grep lookupd | grep sbin | perl -e '@x=split / /,<>;`kill -HUP $x[1]`;'
        (trova il PID e riavvia il processo)
      • con OS X 10.2 o successivo:
        killall -HUP lookupd
      • Con tutti gli OS, si può anche scegliere di riavviare il Mac al termine anziché riavviare solo il demone di lookupd
  • ^D   Control-d, per abbandonare la shell di root
  • man lookupd   per avere maggiori opzioni ed informazioni, altri servizi (NIS, YP, etc)

[ Home | Elenco delle FAQ | Risorse | Feed RSS ]