Come abilito l'estensione del desktop su quei Mac che hanno l'uscita video solo in duplicazione (Mirror)?

DISCLAIMER: la procedura descritta in questa FAQ, se usata impropriamente, non correttamente o sulla macchina sbagliata, può danneggiare in modo permanente il computer. Per questo motivo faqintosh e chi scrive non si assumono alcuna responsabilità sull'uso di questa procedura e sulle possibili conseguenze della sua applicazione. La procedura descritta nella FAQ funziona perfettamente, ma viene usata a rischio e pericolo dell'utente che la applica a cui si consiglia una attenta lettura prima di procedere.

Gli iBook bianchi, i cosiddetti iceBook, hanno iniziato con i modelli a 700 ed 800 MHz a montare le stesse schede video dei Titanium, rispettivamente delle ATI Radeon e delle GeForce. Queste schede video supportano l'estensione del desktop e non solo il mirroring, rendendo possibile tra l'altro l'utilizzo di monitor esterni a risoluzioni maggiori di 1024x768. Questa FAQ viene scritta utilizzando un iBook 700MHz su un monitor Apple 21" a 1600x1200.

Dopo gli iBook G3 700MHz anche altri iMac ed iBook hanno seguito la stessa pratica: solo la duplicazione dello schermo (Mirror) è attiva, ma l'estensione può essere attivata allo stesso modo.

Secondo il feedback degli utenti questa patch funziona correttamente con:

  • iBook G3 bianchi con sk video Radeon o GeForce
  • iBook G4
  • iMac G4 17" 1.25GHz
  • iMac G5 1.6GHz ed 1.8GHz (17" e 20")

Attenzione: questa patch funziona solo con schede video Radeon e GeForce, utilizzarle su altri sistemi (ad esempio con le schede ATI Rage degli iBook G3 500MHz) danneggerebbe irrimediabilmente l'iBook. Prima di iniziare verificare con l'Apple System Profiler il proprio modello di scheda video: Apple System Profiler | Devices and Volumes | PCI. La scheda video in AGP deve essere una GeForce o una ATI Radeon (a cui spesso ci si riferisce come "ATY,RageM6".


Alcune note:

  • Sui portatili la patch va applicata collegati alla rete, non solo a batteria, o il comando nvstore non funzionerà.
  • La patch modifica alcuni valori della Non-Volatile RAM (nvram o pram), per cui può essere annullata cancellando la PRAM come descritto nella Faq 11 (ovvero premendo Command-Option-P-R al boot).
  • Nel testo che segue gli spazi bianchi sono lasciati colorati per aumentarne la visibilità, e le combinazioni di tasti come return e Ctrl-c sono in rosso.
  • La sequenza "00000000" indica 8 volte il carattere 0 (zero, non "o").
  • Il boot da OpenFirmware si effettua premendo Command-Option-O-F all'avvio.
  • Nella sessione di OpenFirmware la tastiera non è letta come localizzata, e funzioneranno i tasti nel layout USA. Quindi, supponendo che stiate usando una tastiera QWERTY italiana (ItaPro), ? si scrive con _, - con ', / con -, " con shift-à e così via.
  • Le informazioni originali su cui questa FAQ si basa si trovano all'indirizzo http://www.rutemoeller.com/mp/ibook/ibook_e.html
  • Sullo stesso sito è disponibile una utiliy che dovrebbe fare il lavoro per voi, l'indirizzo è http://www.rutemoeller.com/mp/ibook/ScreenSpanningDoctor.sit
  • Qualora dopo aver provato ad applicare la patch l'iBook non dovesse avviarsi provare la seguente sequenza di emergenza:
    • Rimuovere la batteria
    • Reinserire la batteria dopo 30 secondi
    • Premere Command+tasto accensione fino a quando non appare la schermata di OpenFirmware
    • digitare mac-boot
    Se non dovesse ancora avviarsi provare la sequenza:
    • Rimuovere la batteria
    • Reinserire la batteria dopo 30 secondi
    • Premere Command+tasto accensione fino a quando non appare la schermata di OpenFirmware
    • digitare reset-defaults
    • digitare set-defaults
    • digitare reset-all
    • digitare mac-boot

Applicare la patch "al volo"

È possibile provare la patch senza salvare la nvram, le modifiche spariranno al successivo riavvio. Per farlo effettuare il boot in Open-Firmware, e poi scrivere:

  1. " /" select-devreturn
  2. 00000000 " graphic-options" get-my-property 2drop !return
  3. mac-bootreturn

Questo abiliterà la modalità dual-head della scheda fino al successivo riavvio dell'iBook. È possibile che sia anche necessario disabilitare l'opzione di mirroring dal Pannello di Controllo del video, se attiva.

Se alla seconda riga si usa "00000008" invece di "00000000" si attiva il "Clamshell mode", e il portatile continuerà a funzionare anche con lo schermo abbassato, ovviamente collegato ad un monitor e ad una tastiera esterni (attenzione al surriscaldamento!)


Applicare la patch permanentemente

"permanentemente", ovvero fino alla cancellazione della nvram (ovvero fino a che non venga "zappata la PRAM").

Avviare l'iBook con il boot di OpenFirmware, poi inserire le seguenti righe di testo (dopo la prima riga perderemo il prompt, e le righe 2 e 3 saranno automaticamente cancellate dopo aver premuto return, e questo è normale):

  1. nveditreturn
  2. " /" select-devreturn
  3. 00000000 " graphic-options" get-my-property 2drop !return
  4. unselectreturn
  5. Ctrl-c
  6. nvstorereturn
  7. setenv use-nvramrc? truereturn
  8. reset-allreturn

Quest'ultimo comando causerà anche il riavvio dell'iBook.

Solo per iBook G3 con ATI Radeon: dopo questa patch Quartz Extreme non sarà più attivo quando si usino due schermi. Per riabilitarlo dovremo cambiare un valore nel file Configuration.plist che si trova in /System/Library/Frameworks/ApplicationServices.framework/Versions/A/Frameworks/CoreGraphics.framework/Versions/A/Resources/ usando pico o vi in modalità root (con sudo), ad esempio:
% cd /System/Library/Frameworks/ApplicationServices.framework/Versions/A/Frameworks/
% sudo vi CoreGraphics.framework/Versions/A/Resources/Configuration.plist
In questo file cercare il valore della chiave GLCompositorMinimumVRAM e portarlo da 16 a 8. Salvare e riavviare.

Se alla terza riga si usa "00000008" invece di "00000000" si attiva il "Clamshell mode", e il portatile continuerà a funzionare anche con lo schermo abbassato, ovviamente collegato ad un monitor e ad una tastiera esterni (attenzione al surriscaldamento!)


Alcune considerazioni per i più curiosi...

Sul sito http://sunsolve.sun.com si trovano le spiegazioni di alcuni comandi usati in questa procedura (e di altri che potrebbero tornare utili). Ad esempio:

  • "nvramrc" è un'area della NVRAM riservata ai comandi definiti dall'utente usata durante l'inizializzazione del sistema.
  • "nvedit" è il comando che lancia l'editor per la "nvramrc" e abilita l'uso dei seguenti comandi:
    • "Return" Inserisce una nuova linea
    • "Control-L" mostra tutte le linee presenti nel buffer
    • "Control-C" chiude l'editor per la "nvramrc"
  • "nvquit" elimina il contenuto del buffer temporaneo della "nvramrc", che viene creato al termine di una sessione "nvedit" (Può essere utile se si pensa di avere sbagliato qualcosa ai passaggi 2 o 3: "ctrl-c" per uscire da "nvedit" e inserire "nvquit" al posto di "nvstore" per cancellare tutto)
  • "nvrun" esegue il contenuto del buffer temporaneo della "nvramrc", che viene creato al termine di una sessione "nvedit"
  • "nvstore" salva il contenuto del buffer temporaneo della "nvramrc", che viene creato al termine di una sessione "nvedit"
  • "use-nvramrc?" è il parametro da impostare su "true" per usare la "nvramrc". Questo parametro è normalmente impostato su "false"
ATTENZIONE: Le note sono inserite in modo anonimo dai visitatori del sito, e non sono state verificate da chi cura le Faq.
Nota di Valerio (lely70)
Ho provato l'estensione del desktop collegato ad un Tv, e su questo mi fa scegliere delle risoluzioni che con l'Lcd non vedevo neanche. E devo dire che mi sono sembrate molto piu' adatte alla visualizzazione sul Tv. Riuscivo anche a leggere le scritte dal divano.

[ Home | Elenco delle FAQ | Forum | Segnalazioni | Risorse | Feed RSS ]